Divulgazione scientifica

In questa sezione del sito troverai delle “pillole” per l’ambiente.

Dati ufficiali da siti accreditati vengono presentati e commentati con un linguaggio semplice e comprensibile a tutti, ma allo stesso tempo rigoroso e scrupoloso nei contenuti. Se ti piace comprendere i fenomeni legati alla natura e i risvolti che questi hanno nell’ambiente in cui viviamo, allora queste pillole aiuteranno anche te!

La VIDEOTECA SCIENTIFICA è disponible sia alla pagina “Didattica >> Divulgazione scientifica” che sul mio canale dedicato di YouTube.

Per coloro che volessero approfondire l’argomento o semplicemente conoscere ulteriormente la tematica trattata, ogni video sarà accompagnato da una o più letture consigliate.

Se i video sono di tuo gradimento, li ritieni utili e vuoi rimanere sempre aggiornato sul tema, ti invito ad iscriverti al mio canale YouTube: https://www.youtube.com/channel/UC7Nl…

Buona visione.

Annunci

Diventa Tecnico abilitato alla certificazione energetica degli edifici ai sensi del DPR n.75/2013

Corso di 80 ore come previsto dalla normativa + esame finale abilitante.

Scarica e compila la domanda di PRE-ISCRIZIONE ed inviala a: lorenzo.morresi@itsenergia.it
(Tale domanda non è vincolante ne ai fini dell’iscrizione ne ai fini del pagamento della quota di iscrizione)

Valuta i requisiti per essere Certificatore Energetico ai sensi del DPR n. 75/2013

requisiti dpr 752013

SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE: 31 maggio 2019
AVVIO CORSO: luglio 2019
DURATA CORSO: 80 ore + ESAME FINALE di Abilitazione
CALENDARIO CORSO:
dal lunedì al venerdì
ORARIO:
18.00 – 22.00 (salvo esigenze diverse degli iscritti)
SEDE CORSO:
Fondazione ITS Fabriano (AN)
COSTO CORSO: 400 € (iva esclusa)
CONTATTI:lorenzo.morresi@itsenergia.it

CORSI PER PROFESSIONISTI NEL SETTORE DEL “Condition Monitoring”

SFOGLIA IL CATALOGO

Aperte le iscrizioni ai corsi sul CONDITION MONITORING di macchine e sistemi industriali.

La Fondazione ITS – Efficienza Energetica – in collaborazione con la SPM Instrument srl offrono interventi di formazione destinati a dirigenti, supervisori, personale di produzione e di manutenzione interessati a diversi livelli dal monitoraggio delle condizioni meccaniche dei macchinari. Lo scopo è quello di consentire agli utenti di ottenere le informazioni critiche per i processi produttivi con il migliore tempismo, in modo da evitare costosi fermi di produzione.

Il catalogo dei corsi prevede i seguenti moduli:
Analisi vibrazionale di una macchina rotante;
Analisi della condizione dei cuscinetti volventi di una macchina rotante;
Manutenzione e diagnosi guasto delle trasmissioni a cinghia;
Allineamento delle macchine rotanti;
Equilibratura delle macchine rotanti;
Manutenzione e diagnosi guasto dei cuscinetti volventi ed analisi olio;
Analisi termografiche delle macchine industriali;
Indagine perdita aria compressa su circuiti pneumatici;
Analisi dei motori elettrici con test statici MCA;
Analisi dei motori elettrici con test dinamici ESA;

Inoltre, è previsto anche il corso CAT I, erogato secondo lo standard ISO 18436-2 – Vibration Analyst – per l’abilitazione alla professione di tecnico dell’analisi vibrazionale dei motori elettrici.

I corsi sono rivolti a professionisti ed aziende del settore industriale/manifatturiero che necessitano di un aggiornamento formativo (ad esempio per tutti gli EGE, i tecnici responsabili industriali, ingegneri e periti industriali), ma anche dell’acquisizione di nuove competenze pratiche altamente specialistiche facilmente spendibili nel mondo del lavoro e in linea con le politiche di Industria 4.0

I corsi si tengono presso la sede della Fondazione ITS di Fabriano in ambienti ed aule dedicati ed attrezzati con strumentazione d’avanguardia e specialistica di settore.

Per tutte le informazioni sul catalogo, i costi, le date e le modalità di iscrizione contattare:
lorenzo.morresi@itsenergia.it

 

 

La scuola potrà mai essere realmente immersiva? All’IPSIA “R. Frau” già lo è.

Studenti del II^ MAT – IPSIA “R. Frau” Sarnano – impegnati in una lezione immersiva di Fisica. L’immersione nel campo elettrico generato da una carica puntiforme è un esempio di come si possa insegnare in un istituto professionale in maniera innovativa una materia ostica come la Fisica.

Il progetto Didattica Immersiva ha l’obiettivo di esplorare e consolidare le potenzialità in ambito educativo dei cosiddetti “mondi virtuali”. I mondi virtuali sono ambienti 3D online simulati dal computer nei quali gli utenti – mediati da un avatar – possono esplorare ambientazioni, contribuire a realizzarle, partecipare e progettare attività, comunicare con altri utenti.

Negli ultimi anni, il virtuale in ambito educativo è stato riconosciuto come uno strumento potente ed efficace a supporto dell’insegnamento/apprendimento, in accordo con l’approccio costruttivista. In particolare, i mondi virtuali permettono di attivare compiti specifici all’interno di settingmodellati come scenari finalizzati a obiettivi di apprendimento. Questo vuol dire la possibilità di imparare l’inglese in un’ambientazione virtuale che simula l’esperienza di un check-in all’aeroporto o un’ordinazione al ristorante, oppure imparare le scienze esplorando un fondale marino o l’interno di un vulcano. Ma vuol dire anche la possibilità per docenti e studenti di costruire quegli stessi scenari. Ecco allora che una classe – ma anche più classi geograficamente distanti tra loro – può utilizzare un mondo virtuale per allestire uno spazio espositivo su un tema disciplinare, oppure per ricostruire un sito storico del passato.

Nell’ambito del progetto “Didattica Immersiva”, l’Indire ha sviluppato la piattaforma tecnologica “edMondo” , un mondo virtuale a supporto dell’innovazione didattica rivolto a docenti e studenti della scuola italiana. Basato su tecnologie opensource e progettato con particolare attenzione alle esigenze della scuola, edMondo si distingue dai mondi virtuali più diffusi per tre caratteristiche:

  • Sicurezza
    Solo docenti e studenti (autorizzati dai propri docenti) possono accedere;
  • Identità
    Accesso consentito solamente con identità reali (no identità false/nascoste);
  • Opzioni di Class management
    Possibilità per i docenti di iscrivere i propri studenti e gestirne account e permessi.
http://www.indire.it/progetto/didattica-immersiva/

Il futuro è collaborativo

Automatizzare praticamente qualsiasi cosa

Quando si dice che i robot possono automatizzare praticamente qualsiasi cosa, lo si intende veramente. Dall’assemblaggio alla verniciatura, dall’avvitatura all’etichettatura, dal confezionamento alla lucidatura, dallo stampaggio a iniezione a qualsiasi altra operazione possa venirvi in mente. E grazie alla loro flessibilità i robot sono anche economicamente adatti ai processi produttivi caratterizzati da piccoli lotti e mix di prodotto.

LUCIDATURA

Il robot lucida anche le superfici curve e irregolari con forza impostabile per un risultato costante.

STAMPAGGIO AD INIEZIONE

Il robot lucida anche le superfici curve e irregolari con forza impostabile per un risultato costante.

CONFEZIONAMENTO E PALLETTIZZAZIONE

Assicuratevi che le vostre consegne siano sempre contate correttamente e confezionate rispettando le normative più restrittive, lasciando che il robot svolga questi compiti per voi.

INCOLLAGGIO E DOSATURA

Il robot può aggiungere efficienza ai vostri processi continui, come incollaggio e dosatura, erogando ognivolta la corretta quantità di materiale con la massima precisione.

PRELIEVO E POSIZIONAMENTO

Un robot può eseguire la maggior parte dei compiti di prelievo e posizionamento in modo autonomo, riducendo tempi di ciclo e gli sprechi di materiale.

ASSEMBLAGGIO

Il robot gestisce senza sforzo il montaggiodi plastiche, legni, metalli e un’ampia gammadi altri materiali, migliorando allo stesso tempo la rapidità e la qualità del processo.

AVVITATURA

Lasciate che un robot automatizzi i processi di avvitatura, ripetendo lo stesso movimento più e più volte con la stessa precisione e velocità, per migliorare la produttività e la qualità dei vostri prodotti.

CONTROLLO QUALITÀ

Un robot, correttamente equipaggiato, può rilevare scarti e componenti difettosi prima che siano confezionati, in modo da mantenere alta la qualità del prodotto spedito ai clienti.

ASSERVIMENTO MACCHINE

Il robot può essere utilizzato per la maggior parte delle applicazioni di asservimento macchi-ne utensili, ed è facilmente riadattabile al variare del mix produttivo.

ANALISI DI LABORATORIO

Sollevate gli operatori dai lavori più ripetitivi con un robot per migliorare i vostri processi di testing.

Il nuovo che avanza

E’ possibile insegnare la termografia in una classe prima meccanici di un istituto professionale? CERTO CHE SI! Basta programmare adeguatamente i contenuti dell’intervento, fissare gli obiettivi e…LASCIARSI STUPIRE DAGLI STUDENTI.

La lezione può essere inserita in una unità di apprendimento dal titolo “Forme e Trasformazioni dell’Energia“; lo scopo dell’attività didattica è quello di formare lo studente verso i temi della sostenibilità ambientale, del rispetto per l’ambiente e del risparmio energetico, rendendolo consapevole del fatto che tutti gli aspetti della vita comune coinvolgono il tema energetico con un impatto importante sia dal punto di vista ambientale che economico. L’obiettivo è quello di rendere lo studente attore principale nei confronti della società che lo circonda con particolare riguardo al contesto famigliare. Per tanto dovranno essere introdotti e trattati i concetti di Energia e Potenza, di consumi e risparmi, di efficienza e diagnosi energetica.

Il tema dell’energia può essere trattato attraverso una seguenza del tipo:

  1. Energia e Potenza;
  2. la diagnosi energetica;
  3. valutazione dei risultati ottenuti;
  4. soluzioni da proporre.

A questo punto si può proporre agli studenti di realizzare un audit energetico sul fabbisogno elettrico della propria abitazione, invitando gli stessi ad un confronto con i genitori e ad una concreta discussione sulle possibili strategie da adottare per risparmiare energia e quindi euro.

I risultati che si ottengono sono sorpendenti: gli studenti affrontano il tema con serietà ed impegno; espongono a casa i temi trattati a scuola; avviano discussioni tra pari costruttive ed inclusive (se del caso); chiedono approfondimenti e propongono strategie migliorative.

Ora sono in grado di affrontare e condurre con curiosità, intelligenza, sapienza e competenza una esperienza pratica realizzata con una Termocamera IR professionale. RIMARRETE STUPITI PER I RISULTATI CHE OTTERRETE.

Per informazioni, approfondimenti, consigli e suggerimenti contatta il Prof. Lorenzo Morresi

TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E GESTIONE DI DATABASE ESPERTO ICT: INDUSTRIA 4.0

TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E GESTIONE DI DATABASE ESPERTO ICT: INDUSTRIA 4.0

CHE COS’E’ L’INDUSTRIA 4.0 

Il termine Industria 4.0 indica una tendenza dell’automazione industriale che integra alcune nuove tecnologie produttive per migliorare le condizioni di lavoro e aumentare la produttività e la qualità produttiva degli impianti. ( cit. wikipedia )

L’Industria 4.0 delinea un importante momento storico per l’economia, ovvero il passaggio alla “Quarta rivoluzione industriale”.
A livello europeo è prevista la creazione di 2 milioni di nuovi posti di lavoro. L’Italia ad oggi ha visto creare 200.000 posti di lavoro.

La richiesta delle aziende di personale specializzato è sempre più in crescita.
Le competenze ricercate riguardano soprattutto:

  • I SISTEMI AVANZATI DI PRODUZIONE
  • LA REALTA’ AUMENTATA
  • LA SIMULAZIONE
  • L’INTEGRAZIONE ORIZZONTALE E VERTICALE
  • L’INTERNET INDUSTRIALE
  • I SISTEMI CLOUD
  • LA SICUREZZA INFORMATICA
  • L’ANALISI DEI BIG DATA

COSA E’ UN CORSO IFTS
IFTS è l’acronimo di Istruzione, Formazione Tecnica Superiore.
E’ un percorso formativo di livello post-secondario di tipo non universitario.
E’ finanziato dalla Regione Marche e finalizzato all’acquisizione di competenze a livello post secondario rispondenti ai fabbisogni del mondo del lavoro.
E’ realizzato da 4 sistemi che operano congiuntamente: scuola, università, formazione professionale e aziende.
Ovvero il POLO 3 di Fano, l’Università di Camerino, la Digital Smart di Fano e l’azienda informatica IstanHelp di Corinaldo.

FINALITA’ DEL CORSO E FIGURA FORMATA
Il progetto formativo si pone l’obiettivo di formare un TECNICO PER LA PROGETTAZIONE E GESTIONE DI DATABASE ESPERTO ICT – INDUSTRIA 4.0 che utilizza strumenti di database design software, implementa un database relazionale in base a specifiche di progetto, utilizza linguaggi di interazione con il database, crea applicazioni per l’interfacciamento con un database, è un esperto di ICT (Information Communication Technology) e di industria 4.0, sa attivare e gestire processi produttivi sempre più automatizzati ed interconnessi, sa utilizzare le tecnologie digitali per la gestione e valorizzazione dei dati, l’interazione uomo macchina e la comunicazione. Un tecnico che ha competenze sulla trasformazione digitale, esperto di gestione dei dati, di servizi Cloud come di Internet delle cose e Big Data, di prevenzione dei guasti sfruttando le informazioni digitali disponibili in tempo reale, ma anche in grado di progettare software e gestire progetti.
L’idea progettuale vuole contribuire alla formazione di professionisti ad alta tecnologia capaci di sviluppare un nuovo prodotto, implementare la catena di distribuzione, seguire tutti i processi che costituiscono il cuore della manifattura.